Kulusevski: "Juve? L'ho scelta per Sarri. Posso diventare uno dei più forti"

© LAPRESSE

Lo svedese, acquistato dai bianconeri a gennaio ma rimasto in prestito al Parma, non vede l'ora di approdare a Torino: "Sono pronto per vincere". Su Ibrahimovic: "Ha cambiato tutta la Svezia, un sogno giocarci contro"

ROMA - Dejan Kulusevski è sicuramente uno dei giovani più talentuosi del nostro campionato. Acquistato a gennaio dalla Juve, è rimasto in prestito al Parma. Con i ducali si è messo in mostra attirando l'attenzione dei bianconeri che hanno battuto la concorrenza e se lo sono aggiudicati per 35 milioni di euro più 9 di bonus. Lo svedese è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, dove ha parlato dell'imminente approdo a Torino ma anche di De Bruyne, calciatore del Manchester City a cui si ispira:"Lo guardo tantissimo, voglio diventare come lui: anche più forte. É uno dei primi 5 del mondo, lavoro per diventare forte come lui. Voglio diventare uno dei più forti al mondo e sono pronto a fare tutto il lavoro necessario".

Kulusevski: "Ecco perchè ho scelto la Juve"

Kulusevski ha anche spiegato il perchè ha scelto la Juve e non l'Inter di Antonio Conte, altro club che lo aveva corteggiato. "La posizione in campo è uno dei motivi per cui ho scelto i bianconeri. Il gioco di Sarri l'ho studiato veramente tanto, ma prima mi mancano 13 partite con il Parma, devo fare bene e poi quando giocherò con la Juve sarà un sogno. Andrò a Torino per far vedere che anche io so giocare e sono pronto per vincere. Posso fare molto bene con i bianconeri"

Kulusevski su Ibrahimovic e il numero di maglia

Tra i suoi idoli dell'infanzia il connazionale Zlatan Ibrahimovic"Ha cambiato tutta la Svezia - commenta -. Non ho mai parlato con lui, sarebbe un sogno giocare contro Zlatan, parlare con lui e scambiare le magliette". Poi spiega il motivo della scelta del numero 44: "Diversi anni fa sono andato a vedere il Manchester United e ho visto l'esordio di Januzaj. È entrato con una personalità incredibile e allora ho detto a mio padre: 'Se un giorno divento calciatore voglio essere come lui'. Da quel momento mi sono innamorato del numero 44".

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home