Inzaghi: "Volevo i nuovi a disposizione, ma ho fiducia. E faremo altri colpi..."

Il tecnico della Lazio pronto a dare il via alla stagione pensando al mercato: "Partiremo con gli stessi giocatori dello scorso anno. Reina ed Escalante ci aiuteranno"

FORMELLO - Ci siamo, scatta il momento della Lazio. Dopo le grandi soddisfazioni della passata stagione, è tempo di voltare pagina per una squadra che tornerà in Champions League tredici anni dopo l'ultima apparizione. Ma prima il campionato, con l'esordio a Cagliari in un campo per niente facile. Simone Inzaghi, in conferenza stampa, ha presentato la gara e non solo: “I ragazzi hanno lavorato bene in queste settimane. Ci sono stati alcuni problemi nel reparto arretrato e quindi non siamo riusciti ad inserire gente nuova. Partiremo con gli stessi dello scorso anno con Reina ed Escalante in più che ci daranno una grande mano. Questa stagione sarà difficile, complicata, ma vogliamo ricominciare bene il nostro cammino. Nella passata annata ci siamo esaltati con un continuo di emozioni tra Supercoppa italiana e un ritorno in Champions dopo tante problematiche post-lockdown".

Lazio, le parole di Inzaghi

“Non faccio griglie di partenza. Ogni anno, dopo il mercato, partiamo dietro. Non mi pongo obiettivi, sono fiducioso. Ho una squadra seria. Forse volevamo un altro inizio a livello numerico e di calendario. I nuovi non li abbiamo visti, ci aspettano tre giornate difficili. Per il mercato c’è tempo, l’ha detto anche Lotito poco tempo fa. Non sarà un problema aiutare questa squadra, che, lo dico, va aiutata. Luiz Felipe lo abbiamo perso per un intervento sconsiderato di un avversario. Avremo tre partite senza di lui. Siamo con tre difensori più Armini, che sta crescendo ma deve avere tempo, e Parolo, che gli ho chiesto di provare a giocare in un ruolo non suo. Lui è volenteroso, in caso di bisogno sarà pronto".

La difesa 

“Dobbiamo essere bravi a prendere quello che offre il mercato. Siamo in difetto di numero, vogliamo migliorarci. Hoedt, secondo la nostra valutazione, conosce il club, le metodologie. Lo abbiamo preso senza aspettare, ma anche lui non si allena a pieno da tempo. Ci aiuterà. A Cagliari ci aspetta una gara intensa contro un avversario di valore. Di Francesco è bravo e preparato. Serviranno spirito di squadra e sacrificio. Leiva è pronto, si è allenato bene. Stesso discorso per Milinkovic nonostante non abbia giocato le ultime due amichevoli. Fuori Bastos, Luiz Felipe, Vavro e Lukaku. Gli altri partiranno per essere disponibili. Non mi importa dell’Inzaghi allenatore, voglio che sia un grande anno per la Lazio. Sappiamo i problemi del passato. Volevo avere i nuovi già a disposizione, ma ci sono stati dei problemi. Muriqi veniva da un infortunio, ora ha anche il Covid. Lo aspetto, abbiamo bisogno di lui. Stiamo facendo di tutto per migliorarci dopo quelle problematiche viste nelle passate stagioni".

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home