Ibrahimovic sui social: "Milano non ha un re, ma un dio"

© LAPRESSE

Lo svedese sfoggia la sua solita sfacciataggine dopo la doppietta che ha steso l'Inter e che ha regalato il derby al Milan

MILANO - Chiamatelo pure re Zlatan, ma non diteglielo perché lui si sente qualcosa di più. Anzi qualcuno di più, che sta più in alto, che conta come nessun altro: "semplicemente" un dio. Dio Ibrahimovic è l'epiteto adatto per uno che a 39 anni decide ancora i derby con una doppietta e una prestazione super. Contro l'Inter ha retto l'attacco del Milan, ha giocato di sponda, in profondità, ha fatto la lotta con i centrali dell'Inter che hanno, ovviamente, perso il duello. Ibra ha purgato due volte e anche quando ha sbagliato dal dischetto è riuscito comunque a sistemare le cose. Divino. E infatti sui social ha scritto: "Milano non ha mai avuto un re, ma un dio".

Kessie e Maldini jr, frecciata all'Inter: «Milano è rossonera»

Wanda Nara, post al veleno contro l'Inter

 

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home