Napoli, il guerriero Allan torna a battagliare

© FOTO MOSCA

Non è ancora al top, però il brasiliano sta salendo di condizione: discreta la gara contro il Torino: è rimasto a Castelvolturno a lavorare con Ancelotti

In ripresa, non proprio impeccabile, ma innegabilmente in ripresa. Potrebbe essere questa, finalmente, la strada giusta per l’Allan oscillante che domenica col Torino ha recuperato qualcosa (anche sul piano fisico) rispetto alle precedenti prestazioni. Una prova non proprio maiuscola ma perlomeno sufficiente, giacché il brasiliano è apparso più mobile del solito, grintoso al punto giusto allorché s’è trattato di tamponare davanti alla difesa e, più in senso lato, di metterci piede in qualsivoglia zona del campo. All’occorrenza anche arretrando da ultimo uomo in occasione dei calci piazzati degli azzurri.

Intermittente

E sarebbe pure il momento di rinvenire i (migliori) motivi perduti, visto che l’Allan degli ultimi mesi (nove all’incirca) è apparso palesemente fuori fuoco rispetto a quello solito. Tranne che in alcune occasioni, meno incisivo e pervicace del consueto. Questione di voglia? Questione di “fame” o momentaneo, anche se in effetti prolungato, appannamento fisico? Fatto sta che le lusinghe parigine del gennaio scorso (si parlò di ricco ingaggio offertogli dal Psg), poi dileguatesi in un battibaleno, non lo lasciarono per nulla indifferente. In effetti contribuendo non poco a stopparne lo slancio nel corso d’una stagione, la penultima, affrontata inizialmente con risultati lusinghieri.

Niente ritiro

C’era in seguito voluto parecchio affinché si scuotesse, andasse a disputare col Brasile la Copa America nelle migliori condizioni psicofisiche, per poi far rientro alla base con tanto di trofeo. Riaggregandosi però al gruppo piuttosto tardi, ad agosto inoltrato, perdendosi in pratica tutta la fase di preparazione al campionato. Tanto da stentare nelle prime battute, per poi recuperare qualcosa (gradatamente) nel corso delle ultime tre uscite - partendo dal Cagliari - vissute interamente sul campo.

Leggi l'articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home