Schick: "Al Lipsia meno pressione rispetto a Roma". E quelle parole di Fonseca...

L'attaccante ceco felice della scelta di andare in Bundesliga. Anche se ha giocato appena ventisette minuti... 

ROMA - Ventisette minuti giocati con il Lipsia da quando si è trasferito, eppure Patrik Schick è già pazzo della Bundesliga. Dopo l'infortunio che lo ha bloccato in questa prima parte di stagione, l'attaccante ceco è pronto a mettersi in mostra e cercare di riprendersi dopo le due buie annate con la maglia della Roma: "Qui c’è la possibilità di giocare in un ambiente con minore pressione rispetto a Roma - le sue parole al quotidiano Bild -. C’è la possibilità di rimanere più anonimo rispetto a quanto accade nella Capitale. Nella scelta, l’allenatore Nagelsmann ha avuto un ruolo centrale. Mi aveva già avvicinato quando allenava l’Hoffenheim e io ero al Bohemians. Siamo stati in contatto per tanto tempo e spesso abbiamo parlato solo di calcio“.

Totti può tornare in Nazionale. Ecco la richiesta della Divisione calcio a cinque

FONSECA - Meno pressione per Schick che quindi cerca di rilanciarsi nella squadra tedesca, ma proprio il suo ex tecnico Paulo Fonseca nell'ultima conferenza stampa a Trigoria prima della sosta aveva criticato chi non sapeva reggerla: "Nel calcio c'è e bisogna accettarla. Chi non è in grado di sopportarla non può fare il professionista. La pressione c'è ovunque, specie là dove si vuole vincere. Chi non è in grado di sopportarla probabilmente dovrebbe prendersi un pezzo di terra e coltivare patate. Così sarebbe più rilassato…". 

Il murale di Totti torna a splendere: installati fari con sensore di movimento

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home