La Roma frena per gli errori arbitrali: ecco tutte le sviste della stagione

Sette errori che sono costati punti e, soprattuto, il passaggio ai sedicedimi del torneo europeo

ROMA - La Roma perde la sua seconda partita dall'inizio della stagione compromettendo parzialmente passaggio ai sedicesimi di Europa League. La rabbia dei tifosi non è però verso una squadra reduce da tre successi consecutivi, quanto per gli errori arbitrali che hanno caratterizzato questo inizio di stagione. Dalla Serie A fino all'Europa League, i punti sarebbero di più senza le sviste di arbitri, Var e guardalinee. 

 

BOLOGNA-ROMA, 22 settembre

La Roma vince all'ultimo respiro grazie al gol di Dzeko, ma a far discutere è il calcio di rigore concesso da Pairetto al Bologna per un presunto contatto tra Soriano e Kolarov. Il serbo riesce prima a colpire il pallone poi, in un secondo momento, è inevitabile il contatto con l'attaccante rossoblu. 

Le pagelle della Roma: ecco i top e flop di Fonseca

 

LECCE-ROMA, 29 settembre

Anche in questa partita i giallorossi riescono a strappare i tre punti con la rete di Edin Dzeko nel secondo tempo. Un'altra clamorosa svista però per la terna arbitrale e il Var che non concedono un netto calcio di rigore alla Roma per il fallo di mano di Lucioni in area di rigore. Abisso non fischia, Guida al Var non segnale il chiaro ed evidente errore del direttore di gara. 

CAGLIARI-ROMA, 6 ottobre

Una partita che ha generato tante polemiche, dal primo all'ultimo minuto di gioco. Oltre al gol annullato al 90′ a Kalinic senza aver fischiato né la convalida del gol, né la punizione per i sardi, gli errori di Massa partono dal fallo di Diawara su Joao Pedro, che porta alla punizione da cui poi nasce il rigore per il vantaggio del Cagliari. Il guineano tocca soltanto il pallone, il brasiliano cade e l'arbitro assegna la punizione. Cagliari che probabilmente sarebbe dovuto anche rimanere in dieci prima del vantaggio per il fallo in scivolata commesso da Cigarini su Diawara. Il centrocampista graziato da Massa con un giallo. 

Roma, Fonseca: "Ko che fa male. Niente calcoli, vinciamo le ultime due"

 

SAMPDORIA-ROMA, 20 ottobre

La Roma pareggia a Marassi contro la Sampdoria di Claudio Ranieri. Tanta sfortuna per la squadra di Fonseca che è costretta a perdere per infortunio prima Cristante, poi Kalinic. Al minuto minuto 33' manca però un'espulsione per una gomitata di Bertolacci su Zaniolo che Maresca decide di non sanzionare, e che neanche dalla sala VAR decidono di rivedere.

ROMA-BORUSSIA MOENCHENGLADBACH, 24 ottobre

Il più grande errore della stagione e probabilmente della storia dell'Europa League. Rigore inesistente assegnato all'ultimo minuto della partita dai tedeschi. Al 94' Smalling viene colpito dal pallone sul volto dopo un colpo di testa avversario, per il fischietto Collum invece è fallo di mano e assegna il calcio di rigore, poi realizzato. I tedeschi pareggiano e portano a casa un punto per loro importantissimo in chiave di qualificazione.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home