Torino, contestazione dei tifosi a società e squadra al rientro da Genova

© LAPRESSE

Un centinaio di ultrà granata ha atteso la squadra dopo la trasferta ligure per esprimere il proprio dissenso. Nonostante la vittoria, è ancora clima teso tra tifoseria e club

TORINO - Non accenna a placarsi il malumore dei tifosi del Torino che anche ieri, dopo la vittoria preziosa e sofferta ottenuta a Genova contro i rossoblù di Thiago Motta, hanno attesa la squadra al "Grande Torino" per esprimere il proprio dissenso. Cori di contestazione, dunque, per la squadra e per la società che hanno visto un centinaio di tifosi aspettarli al rientro dalla trasferta di Genova nei pressi dello stadio. Anche dal settore ospiti del Ferraris, peraltro, si erano sentiti dei cori di disapprovazione da parte dei tifosi granata, con Mazzarri e il presidente Urbano Cairo tra i più beccati dagli ultras. Dopo la contestazione al termine di Torino-Inter dello scorsa settimana, dunque, continua il clima teso in casa Toro con una parte dei tifosi che ieri, all'arrivo del pullman, ha accolto la squadra con un coro "Meritiamo di più". Nei pressi dello stadio, poi, sono esplose tre bombe carta con il pullman del Torino che ha atteso alcuni minuti prima procedere verso l'ingresso dello stadio. Ci ha pensato il capitano Andrea Belotti a riportare la calma uscendo dal pullman e rivolgendo qualche parola ad una parte degli ultras presenti che hanno chiuso il colloquio con un "Forza ragazzi" che ha fatto tornare la situazione alla normalità.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home