Overwatch League: si riparte con la Fase 2

Dopo una scoppiettante Fase 1 e l’incredibile risultato dei Playoff, si ritorna con la prima settimana della Fase 2.

Venerdì si sono riaperte le danze con il primo match tra Philadelphia Fusion contro New York Excelsior. La prima partita è sempre un primo test sugli umori accumulati dopo la Fase 1. NYE non perdono tempo e mettono subito le cose in chiaro dopo lo scivolone nei playoff, conducono ottimamente ogni round. Philadelphia Fusion invece appare poco reattiva, se non in poche occasioni e il 0-4 della sconfitta ne è la prova.

Si prosegue con Boston Uprising contro Atlanta Reign, reduci anche questi team da un deludente playoff, si scontrano al meglio delle loro potenzialità. Match combattuto e ogni round regala ottime giocate da parte di entrambi i team. Si decide tutto sull’ultima mappa, dove Boston approfitta del calo psicologico dei ragazzi di Atlanta, la partita termina con un risultato di 3-2.

Il terzo match ha visto Shanghai Dragons contro Los Angeles Gladiator, quest’ultimi devono riscattarsi dalla figuraccia fatta durante la Fase 1. Gli Shanghai Dragons prendono in mano la situazione con la prima vittoria, eppure non reggono alla pressione e si fanno rimontare. Sulla mappa King’s Row è dove si soffre di più e dove il punteggio è in bilico. I Gladiators mantengono sangue freddo e portano a casa la vittoria infine per 1-3.

Guangzhou Charge contro Paris Eternal è l’ultimo match della giornata, che regala un’interessante spunto di analisi. I Paris Eternal si impongono clamorosamente contro il team cinese e il risultato di 4-0 è davvero notevole, ma da valutare sono anche nuove composizioni del team, che potrebbero dare il via all’eliminazione parziale della tattica della “Goat”. I Charge risultano frastornati, soprattutto nella mappa Parigi, in cui vengono usati gli eroi Bastion e il nuovo support: Baptiste.

Sabato è la giornata con più gare e si inizia con London Spitfire contro Florida Mayhem. Non una partita scontata come si potrebbe pensare, infatti i ragazzi di “Miami” tengono duro e sorprendono. Dopo un momentaneo 1-1, portano il team londinese a pareggiare sulla terza mappa con un parziale clamoroso di 3-3. Si decide tutto quindi all’ultima mappa, dove tuttavia i London Spitfire hanno la meglio; 2-1 il risultato finale a favore del team inglese anche se non ha completamente meritato.

Ancora un passo falso per Washington Justice che perde inesorabilmente contro i Toronto Defiant per 3-1. Toronto ripartono alla grande, dopo il clamoroso abbandono del giocatore “Dafran”. Scordati i pessimi playoff ripartono da questa vittoria, mentre Justice si comporta ancora male e fa vedere veramente poco di entusiasmante. Una identica analisi si può fare per il successivo match avvenuto tra Los Angeles Valiant contro San Francisco Shock. I Valiant non sembrano essersi ripresi e anche dopo l’allontanamento del loro allenatore, non trovano nessuna via di uscita da questo profondo rosso. Partita facile per gli Shock che si impongono per 4-0 chiudendo velocemente la pratica.

Nel quarto match di giornata ritornano in campo i Los Angeles Gladiators contro i Seoul Dynasty. Partita avvincente con continui cambi di rotta, nessuno dei due team demorde e regalano spettacolo agli spettatori soprattutto nelle mappe di King’s Row e Osservatorio. Ad arrendersi sono i Dynasty che perdono di misura per 3-2 contro i Gladiatori di LA.
Nella prima partita di ritorno si scontrano Florida Mayhem contro Philadelphia Fusion, in cui troviamo dei round più combattuti. Partono bene i Mayhem dimostrando ottima concentrazione, che tuttavia si perde nel secondo e terzo round. Fusion non proprio impeccabili, sbagliano molto ma si salvano sempre in all’ultimo.  Ottime le prestazioni di HyeonWoo “HaGoPeun” Jo, per i Florida Mayhem, e JaeHyeok “Carpe” Lee. Fusion la spuntano con un punteggio di 3-1.

Toronto Defiant contro Boston Uprising chiudono le gare di sabato, anche qui assistiamo ad un ottima prestazione da entrambe le squadre. Risultato sempre in bilico in cui sulle prime due mappe Boston subisce duramente la tattica dei Toronto, che si spengono proprio sul match decisivo. Le mappe “Scorta” sembrano essere il tallone d’Achille della squadra canadese, Boston reagisce e rimonta clamorosamente la situazione, con una vittoria per 3-2.

Domenica i primi a scendere in campo sono NYE contro Shanghai Dragons, seppur il risultato è a senso unico i Dragons cercano sempre il modo di reagire, anche se spesso non in maniera brillante. Alla squadra cinese manca quel guizzo in più per conquistare il round e lo si vede anche dalle statistiche; nei primi due round i ragazzi di Shanghai ottengono prestazioni migliori a livello di punteggi individuali ed ottengono anche un pareggio, ma crollano inesorabilmente nella parte finale della gara, quindi NYE vince per 3-0.

Nella seconda gara vediamo Chengdu Hunters contro Paris Eternal, una partita insidiosa per i parigini che si rivela presto un incubo. Gli agguerriti Hunters risultano aggressivi sin dalle prime battute con ottime sortite e buona difesa delle mappe. I galletti francesi non sfondano le difese avversarie e perdono sempre di misura ad ogni round. Con questa prestazione poco convincente Paris Eternal perde inesorabilmente per 4-0.

Poche emozioni viste anche nel match tra San Francisco Shock e Guangzhou Charge, la squadra cinese non entra mai veramente in partita e gioca in maniera altalenante; più convincenti gli Shock che portano a casa un ottimo 4-0. Identico risultato anche nella partita tra Atlanta Reign contro London Spitfire, a favore del team inglese. I ragazzi di Atlanta sembrano passarsela male con troppi errori in fase difensiva. Anche le statistiche di ogni giocatore degli Atlanta sono irrisorie rispetto a quelle degli avversari londinesi.

Lunedì gli ultimi due match e il primo di questi rivede tornare in campo i vincitori dei Playoff, ovvero i Vancouver Titans contro gli Hangzhou Spark. Una partita già scritta, ma che ha riservato un po’ di spettacolo. Vancouver non sembrano stanchi dopo la loro striscia vittoriosa ottenuta nella Fase 1, e continuano con questo strepitoso 4-0. Gli Spark non si danno mai per vinti e reagiscono come possono cercando la rimonta anche se non arriva. Non c’è un demerito vero e proprio, la realtà è che i Titans sono davvero forti in questa competizione.

Ultimo match della giornata vede Washington Justice contro Chengdu Hunters, in cui la squadra cinese dà il meglio di se offrendo un buon gioco. I Justice in questa partita sembrano un po’ più lucidi, ma sembra che manchi ancora della qualità. Il punteggio finale è di 3-1 per i Chengdu Hunters.

Il punto. Si riparte alla grande con la Fase 2, con molte conferme sia in positivo che in negativo. Vancouver Titans e NYE si confermano ancora delle ottime squadre, le migliori del torneo fin ora, seguite da Boston Uprising che mostra un gioco invidiabile. Il crollo lo subiscono gli Atlanta Reign perdendo due match di fila, sembra che stiano subendo ancora il contraccolpo dato dall’addio del loro miglior giocatore “Dafran”. Ancora in negativo LA Valiant e Washington Justice, non sembra esserci soluzione per questi due team ormai allo sbando, e siamo solo alla Fase 2.

L’inserimento del nuovo eroe di Overwatch Baptiste ha fornito nuove prospettive, stravolgendo le tattiche di alcuni team. Seppur in fase sperimentale nuove strategie e composizioni con il nuovo eroe sembrano vedere la luce, forse potremo assistere alla rivoluzione, se non all’addio, della combinazione di usare solo eroi Tank e Support, conosciuta col nome di “Goats”.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home