Iaia Forte apre “Mediterranea” con “L'isola di Arturo”

Venerdì 19 luglio lo spettacolo di Elsa Morante inaugura la kermesse al Museo Archeologico Nazionale di Formia. Lo spettacolo di venerdì coincide con la “Notte Bianca” del comune laziale

Venerdì 19 luglio lo spettacolo “L’isola di Arturo” di Elsa Morante con Iaia Forte inaugura al Museo Archeologico Nazionale di Formia, la rassegna “Mediterranea”.
L’isola di Arturo, tratto dall'omonimo romanzo della scrittrice romana con il quale vinse il Premio Strega, è Procida. Con l’isola, il protagonista vive in totale armonia, il corpo dell’isola è anche il suo, ma poi qualcosa accade. Lo spettacolo parla di crescita, del passaggio non sempre semplice dalla giovinezza all’età adulta in cui si abbandona l’innocenza dell’infanzia. Innamorata fin da giovanissima della Morante e soprattutto di questo romanzo di formazione, Iaia Forte decide di lavorare al progetto con molto entusiasmo. L’attrice resta impressionata dalla descrizione vivida dei personaggi e del paesaggio incontaminato di Procida, un luogo incantato che incarna vitalità e purezza dei primi anni di vita.

Insieme agli artisti d’accezione che daranno vita alla rassegna “Mediterranea”, che si svolge dal 18 luglio al 24 agosto, saranno protagonisti gli scenari unici del sito archeologico di Sperlonga, del teatro romano di Minturno e il piccolo e prezioso scrigno del museo archeologico di Formia. La rassegna, curata da Marina Cogotti, è dedicata alle parole e ai suoni del Mediterraneo in cui diverse tradizioni si fondono insieme, quella napoletana, salentina, magrebina. Un territorio che è culla comune e veicolo di scambio di culture diverse nella quale miti e storie si intrecciano da sempre.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home