Moto2 e Moto3, novità per i test dal 2020

© Getty Images

La Gp Commission ha comunicato le modifiche al regolamento che saranno in vigore dalla prossima stagione. In MotoGp sarà inserita una centralina che aiuta il posizionamento

ROMA - Novità tecniche e non solo in arrivo nella prossima stagione del Motomondiale. La Grand Prix Commission ha appena pubblicato sul sito della MotoGp le modifiche al regolamento che entreranno in vigore dal 2020. Le prime, rispondendo alle richieste effettuate dai team, riguardano le giornate di test: si terranno due test ufficiali "da tre giorni ciascuno, tra il 01 febbraio e il primo evento della stagione" mentre sarà possibile effettuare un test privato di due giorni durante la stagione" su un circuito accordato con le squadre.
In più sono previsti sei giorni di test privati per i piloti "in uno dei circuiti europei o in altri paesi accordati con le squadre" e ogni pilota "avrà a disposizione sei giorni di test privati tra l’ultimo evento della stagione e il 30 novembre".

MotoGp, miglior posizionamento GPS

Un'altra novità riguarda la Moto3, dove non sarà consentito l'utilizzo forcelloni in fibra di carbonio. Per la MotoGp, infine, tutte le squadre dovranno prevedere per le loro moto l'inserimento del dispositivo X2 Racelink Pro, una centralina che fornirà un miglior posizionamento dei piloti GPS alla Commissione di gara che potrà così comunicare informazioni in tempo reale visibili sui dispositivi della pit board.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home